Questo sito utilizza cookie. Proseguendo la navigazione si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

Informativa estesa

         

Sei in: Vivere Milano > Accessibilità strutture

Accessibilità strutture

Basilica di Sant'Ambrogio

Come arrivare coi mezzi pubblici 
Bus 50, 58, 94, metropolitana M2 (fermata S. Ambrogio).

Parcheggio
Sono presenti 4 posti auto riservati ai possessori di pass disabili, lungo via Lanzone.

Ingresso
Da piazza Sant’Ambrogio si accede al quadriportico tramite due serie di 3 gradini (14 cm e 16 cm) o da un’entrata secondaria (sul lato sinistro del quadriportico) dove sono collocate tre rampe consecutive in gomma (pendenza dal 17% al 22%). Dal quadriportico si accede all’interno della chiesa superando due gradini (13 cm) o una rampa mobile (chiedere al personale del bookshop). Oppure dall’ingresso laterale in via Lanzone 30/a con un servoscala con pedana per carrozzine (69 cm x 82 cm con portata massima 230 kg - la chiave di attivazione è da richiedere al bookshop) che permette di superare i 4 gradini ( h 16 cm) posti all’ingresso di Via Lanzone.

Accoglienza

  • bookshop con bancone (h 97 cm), raggiungibile attraverso un varco 150 cm e superando 6 gradini consecutivi (h 17 cm) con corrimano sulla destra
  • Sono disponibili 6 audioguide.

Fruibilità per persone con disabilità sensoriale
Un pannello informativo sulla basilica (h 84 cm da terra) presenta un breve testo in italiano e in inglese, anche in caratteri Braille. Nella parte centrale del pannello, una pianta disegnata a rilievo favorisce l'orientamento all'interno dell'edificio. Una raffigurazione del prospetto della facciata integra i contenuti visivi e quelli tattili. Inquadrando il QR Code o NFC con il proprio smartphone, si accede a contenuti fruibili in varie modalità: audio per persone con disabilità visiva e video con sottotitoli e traduzione dei testi in Lis (lingua dei segni italiana) per persone con disabilità uditiva; dopo una breve introduzione alla storia dell'edificio, vengono descritte  la struttura, alcune opere e la facciata della chiesa.

Spazi interni
La Basilica di Sant’Ambrogio, esempio di chiesa romanica lombarda, sorge nel 386 per volere del vescovo Ambrogio. L’aspetto attuale è il risultato di radicali lavori di ricostruzione voluti dal vescovo Anselmo IV tra il 1088 e il 1099. Le navate della basilica non presentano ostacoli. Le cappelle laterali sono visibili ma occorre superare 5 gradini consecutivi (h 16 cm). Per accedere alla Cappella della Deposizione, posta sulla navata destra, occorre superare una porta a battente (117 cm) e una breve rampa inclinata. Dalla navata destra si può accedere anche: al Tesoro di Sant’Ambrogio superando 5 gradini (h 16 cm con corrimano sulla sinistra); alla Cappella del Sacro Cuore superando sempre 5 gradini (h 17 cm con corrimano sulla sinistra) e alla cappella di San Vittore tramite 4 gradini (h 16 cm). Da entrambe le navate si può accedere alla Cripta dove sono conservate in un’urna d’argento le spoglie dei Santi: Ambrogio, Protaso e Gervaso (dalla navata destra: 5 gradini di h 16 cm). L’abside e il coro sono visitabili solo previa richiesta via email. Per visitarle occorre superare due serie di 3 e 5 gradini.

Servizi igienici
Il servizio igienico attrezzato per le persone con disabilità si trova all'interno dell’oratorio in via Lanzone 30/a, adiacente all’ingresso laterale dotato di servoscala  (è necessario chiedere le chiavi al bar dell’oratorio).

Bar
L’ingresso del Bar dell’Oratorio, da Via Lanzone 30/A presenta un gradino (h 4 cm) e una porta a due battenti ( larghezza 77 cm ciascuno), dispone di un bancone (h 116 cm) ed è arredato con tavoli quadrati a gamba centrale (spazio libero sottostante 73 cm).