Questo sito utilizza cookie. Proseguendo la navigazione si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

Informativa estesa

         

Sei in: Vivere Milano > Accessibilità strutture

Accessibilità strutture

La Darsena di Milano

Mezzi pubblici: tram 3 e 9

La Darsena era l’antico porto fluviale di Milano, attivo fino al 1979. Situata in prossimità di Porta Genova, è possibile parcheggiare sulle strisce blu in via Sambuco o presso i parking di via Gian Galeazzo e via Trincea delle Frasche.

La riqualificazione della Darsena è uno dei progetti che Expo Milano 2015 lascia in eredità a Milano; ha origini lontane: fu realizzata durante il dominio spagnolo. Nel 1177 infatti, deviando parte del corso del fiume Ticino, fu creato il Naviglio Grande, canale navigabile che collegava il Lago Maggiore con Milano. Successivamente il canale venne fatto confluire nel laghetto di Sant’Eustorgio, bacino d’acqua precursore della Darsena, posto tra l’omonima basilica e lo spazio oggi occupato dai caselli daziari di Piazza XXIV Maggio.

I Navigli e la Darsena divennero un elemento chiave per lo sviluppo della navigazione di Milano, consentendo il trasporto di merci e materiali, tra cui il marmo di Candoglia utilizzato per la costruzione del Duomo.

Oggi la Darsena, riqualificata e rinnovata, è circondata da un percorso ciclo-pedonale, lungo il quale si trovano il Mercato Comunale coperto, un bar-caffetteria, due temporary restaurants allestiti su chiatte galleggianti, stand commerciali e lo stand di Regione Lombardia (ingresso con gradino di 7 cm) dedicato al Sistema Navigli, dove sono esposte fotografie dei navigli nei secoli. Di fronte sono presenti servizi igienici mobili, accessibili alle persone con disabilità.

Lungo il percorso sono dislocate panchine in granito e in legno, attracchi alle banchine, pontili e aree verdi, grandi installazioni dai colori sgargianti, realizzate con materiale di riciclo. Tutto il percorso presenta fondo in lastricato compatto alternato, a tratti in cemento e a tratti in graniglia.

Un ponte collega la sponda di via D’Annunzio a quella di viale Gorizia (11 gradini di 15 cm con corrimano su entrambi i lati); il ponte è dotato di elevatore su entrambi i lati (entrata 88 cm, pulsante di chiamata h 96 cm), dal ponte è possibile godere di una veduta d’insieme della rinnovata area.

Un secondo ponte, più piccolo, è posto sulla Conca di Viarenna, nel perimetro della pedonale di piazza XXIV Maggio.                                                              

Alcuni accessi alla Darsena presentano gradini; alle persone con mobilità ridotta è consigliato entrare da piazza XXIV Maggio (pavimentazione in porfido compatto). Superata la piazza, tenendo la destra, un tratto in leggera pendenza consente di accedere all’area ciclo-pedonale. In alternativa, è possibile accedere alla Darsena da via Gabriele D’Annunzio tramite una rampa inclinata (pendenza 2,5%).

Il percorso prosegue costeggiando il Mercato Comunale (pavimentazione in porfido e lastricato compatto). Si raggiunge piazzale General Cantore percorrendo un tratto in leggera salita.

Su questo tratto ci sono lievi dislivelli dovuti alle coperture dei cavi elettrici in materiale plastico. L’accesso di viale Gorizia presenta 21 gradini (17 cm con corrimano a destra).