Questo sito utilizza cookie. Proseguendo la navigazione si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

Informativa estesa

         

Sei in: Eventi e news > Archivio notizie

Archivio notizie

23/03/2017

Le mostre da non perdere a Milano nel 2017

Da Keith Haring a Manet, da Kandinsky a Andy Warhol. Tutte le mostre imperdibili in programma nei principali musei milanesi per il 2017.

L’americano Keith Haring e i francesi Edouard Manet ed Henri de Toulouse-Lautrec a Palazzo Reale. Il russo Kandinsky al Mudec. L’eclettico Andy Warhol al Museo del Novecento. Sono solo alcuni dei protagonisti delle grandi mostre promosse dal Comune di Milano per il 2017. Un anno che si preannuncia ricco di appuntamenti da non perdere.

A Palazzo Reale

About art” è il titolo della mostra dedicata a Keith Haring, in programma a Palazzo Reale fino al 18 giugno 2017, che presenta più di cento opere dell’artista americano, molte delle quali inedite o mai esposte in Italia.
Keith Haring è stato uno dei più importanti autori della seconda metà del Novecento; la sua arte è percepita come espressione di una controcultura socialmente e politicamente impegnata su temi propri del suo e del nostro tempo: droga, razzismo, Aids, minaccia nucleare, alienazione giovanile, discriminazione delle minoranze, arroganza del potere. Haring ha partecipato di un sentire collettivo diventando l’icona di artista-attivista globale.


Un balzo indietro nel tempo ci porta alla scoperta delle opere di Edouard Manet e della Parigi moderna (fino al 2 luglio). L
e opere presenti in mostra arrivano dalla prestigiosa collezione del Musée d’Orsay di Parigi: un centinaio di opere, tra cui 55 dipinti – di cui 17 capolavori di Manet e 40 altre splendide opere di grandi maestri coevi, tra cui Boldini, Cézanne, Degas, Fantin-Latour, Gauguin, Monet, Berthe Morisot, Renoir, Signac, Tissot. Alle opere su tela si aggiungono 10 tra disegni e acquarelli di Manet, una ventina di disegni degli altri artisti e sette tra maquettes e sculture.


A chiudere in bellezza il 2017 delle grandi mostre a Palazzo Reale, a partire dal mese di ottobre arriveranno le opere di Henri
Toulouse-Lautrec. Un'occasione unica per tuffarsi nel mondo della Belle Époque attraverso l'opera di uno dei più geniali rappresentanti. Eccentrico, tormentato, dissoluto e al contempo ottimista e amante della vita, con la sua produzione che spaziò dai dipinti alle incisioni, dai manifesti pubblicitari alle illustrazioniToulouse-Lautrec rappresenta uno specchio della Parigi vitale e contraddittoria di fine secolo.

Per informazioni su Palazzo Reale (orari delle mostre, prezzi dei biglietti…) visitate il sito
Mentre per l’accessibilità agli spazi espositivi per le persone con disabilità è possibile consultare la scheda dedicata a Palazzo Reale.

Al Mudec

Altro grande nome di richiamo internazionale è il pittore russo Wassily Kandinsky cui è dedicata la mostra “Kandinsky, il Cavaliere errante” che torna a Milano con un percorso nuovo e originale che accompagnerà il visitatore nel viaggio che conduce dal suo immaginario formativo fino alle opere astratte della maturità. L’appuntamento è al Mudec, fino al 9 luglio, con un’esposizione che pone a confronto 49 opere del pittore russo (molte delle quali inedite in Italia) con icone, immagini popolari e giocattoli a lui coevi.

Sempre al Mudec, a partire dal mese di marzo, è possibile andare alla scoperta di un frammento poco conosciuto della storia di Milano. La mostra “Chinaman - Un secolo di cinesi a Milano”. La mostra
è molto più che il semplice racconto illustrato di un secolo di storia dei cinesi in Italia. Come una vecchia scatola trovata in soffitta, contiene i ricordi delle più antiche famiglie italo-cinesi e racchiude al suo interno quel che c’è di più prezioso per le generazioni a venire, la memoria. Come vecchie fotografie, lettere o ritagli di vecchi giornali, queste pagine sono simboli e tracce del nostro passato.

Per informazioni sul Mudec (orari delle mostre, prezzi dei biglietti…) visitate il sito
Mentre per l’accessibilità agli spazi espositivi per le persone con disabilità è possibile consultare la scheda dedicata al Mudec.

Al Museo del Novecento

Sempre nel mese di marzo ha aperto i battenti la mostra “Andy Warhol. Sixty Last Suppers” promossa dal Museo del Novecento in occasione dei trent’anni dalla morte dell’artista americano (1928-1987). Grazie alla collaborazione di Gagosian Gallery, sarà possibile ammirare uno dei capolavori di Warhol, la celeberrima interpretazione dell’Ultima Cena di Leonardo Da Vinci: “
Sixty Last Suppers, realizzata nel 1986”.

Per informazioni sul Museo del Novecento (orari delle mostre, prezzi dei biglietti…) visitate il sito
Mentre per l’accessibilità agli spazi espositivi per le persone con disabilità è possibile consultare la scheda dedicata al Museo del Novecento