Questo sito utilizza cookie. Proseguendo la navigazione si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

Informativa estesa

         

Sei in: Eventi e news > Archivio eventi

Archivio eventi

21/05/2018

Arch Week 2018. Dal 23 al 27 maggio l'architettura conquista Milano

Dal 23 al 27 maggio arriva la seconda edizione di Arch Week: ad animare la città ci saranno installazioni, workshop, visite guidate. Il titolo dell’edizione 2018 è "Urbania, uno sguardo sul futuro delle città".

Ancora una settimana a tema a Milano: dal 23 al 27 maggio la città ospita la seconda edizione di Arch Week, realizzata da Comune, Politecnico, Triennale e Fondazione Feltrinelli, con la regia di Stefano Boeri.
Ad animare la città ci saranno installazioni, workshop, visite guidate e performance.
Il titolo dell’edizione 2018 è "Urbania, uno sguardo sul futuro delle città".

La manifestazione avrà luogo in tre delle istituzioni più rappresentative per la formazione del pensiero e del dibattito sulla città: il Politecnico; la Fondazione Giangiacomo Feltrinelli (la sede è accessibile alle persone con disabilità); la Triennale (qui le informazioni sull'accessibilità della Triennale).

Al Politecnico e  alla Triennale verranno affrontati i temi del futuro delle città da un punto di vista progettuale e architettonico.
La crescente diversità e le questioni di convivenza, i diritti delle minoranze, l’accesso ai servizi sono alcuni degli argomenti che verranno affrontati invece alla Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, dove a conclusione di ogni serata verranno proposti spettacoli teatrali, proiezioni cinematografiche ed eventi musicali aperti a tutti

Anche quest’anno Milano Arch Week sarà caratterizzata dalla presenza di grandi protagonisti della scena internazionale, invitati a tenere delle lecture sui temi centrali del loro lavoro: Jacques Herzog (24 maggio ore 18.30, Fondazione Giangiacomo Feltrinelli), che aprirà il programma di About a City; Kazujo Sejima (24 maggio ore 18.00, Politecnico di Milano); Whang Shu (26 maggio ore 18.00, Triennale di Milano); Toyo Ito (27 maggio ore 21.00, Triennale di Milano).

Accanto alle lecture ci saranno le conversation, dialoghi tra due personalità di spicco del mondo dell’architettura e del design: Jacques Herzog & Stefano Boeri (24 maggio ore 20.00, Fondazione Giangiacomo Feltrinelli); Francesco Librizzi & Cino Zucchi (26 maggio ore 17.00, Triennale di Milano); David Adjaye & Stefano Boeri (27 maggio ore 21.00, Triennale di Milano); Paola Antonelli & Joseph Grima (27 maggio ore 19.00, Triennale di Milano); Alessandro Mendini & Michele De Lucchi in occasione dei 90 anni di Domus (26 maggio ore 14.00, Triennale) e molti altri ancora.
Un’altra versione delle conversation prevede che un ospite affermato nel panorama dell’architettura italiana scelga una parola chiave sul futuro delle città e inviti a confrontarsi con lui un giovane architetto emergente.

Numerose saranno le presentazioni di libri (tra cui il format Booktalk a cura di BookCity: venerdì, sabato e domenica alla Triennale di Milano) i workshop e le mostre a tema.

Arch Week sarà animata anche da eventi musicali.
Mercoledì 23 maggio è in programma la serata A Tribute to Jimi Hendrix. Qui e ora, 50 anni fa, a cura di Enzo Gentile e Roberto Crema, che prevede le live performance di Eugenio Finardi e di Stan Skibby & Friends all’Old Fashion.
Sabato 26 maggio dalle ore 22.00 Le Cannibale inviterà nel Giardino della Triennale i dj Spiller e Tamati che saranno accompagnati dalla visual performance di Davide Rapp e Giorgio Zangrandi.

Le mattinate di Arch Week saranno dedicate alla scoperta di percorsi tematici organizzati dall’Ordine degli Architetti di Milano.
Anche quest’anno è previsto “VespArch”, alla ricerca di itinerari urbani da scoprire in scooter con guide d’eccellenza (Stefano Boeri, Cino Zucchi). Gli itinerari prevedono visite alle case museo di alcuni storici designer milanesi (tra gli altri Luigi Caccia Dominioni e Vico Magistretti) e ad alcuni luoghi simbolo della città, da Fondazione Prada (qui le informazioni sull'accessibilità della Fondazione Prada) al Mudec (qui le informazioni sull'accessibilità del Mudec)

Tutti gli appuntamenti sono consultabili sul sito di Arch Week.

In questa sezione del sito Milanopertutti.it è possibile verificare se la location di proprio interesse è stata censita e – nel caso – consultare la scheda con le informazioni di dettaglio sull’accessibilità.