Questo sito utilizza cookie. Proseguendo la navigazione si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

Informativa estesa

         

Sei in: Eventi e news > Archivio eventi

Archivio eventi

12/11/2018

BookCity Milano dal 15 al 18 novembre

Torna a Milano la grande festa partecipata dei libri, degli autori, dei lettori e dell'editoria, con oltre 1300 eventi che per 4 giorni invaderanno festosamente tutta la città.

Dal 15 al 18 novembre Milano torna ad essere la capitale dei libri e dell’editoria, senza contare gli appuntamenti dedicati al sociale e quelli che coinvolgeranno decine di migliaia di studenti nelle scuole e nei licei.
Programma, luoghi, temi e protagonisti sono consultabili sul sito dell'evento.

Si parte in grande stile la sera di giovedì 15 novembre al Teatro Dal Verme (qui le informazioni sull’accessibilità): l’inaugurazione di BookCity alle ore 20.30 è affidata a Jonathan Coe e il futuro che non ci aspettavamo.
Intervistato da Barbara Stefanelli, Coe ci aiuterà a comprendere con il sorriso il mondo in cui viviamo: tra nazionalismo, austerità, giochi olimpici, Brexit, famiglie in crisi e identità politiche, in un continuo salto fra la sfera pubblica e l’intimità del privato.
Questo evento sarà accessibile alle persone con disabilità uditiva, tramite stenotipia e interpretariato Lis, garantiti da No Barriere Alla Comunicazione (servizio realizzato dalla cooperativa sociale Spazio Aperto Servizi in co-progettazione con il Comune di Milano).

Inoltre il servizio No Barriere Alla Comunicazione renderà accessibili alle persone con disabilità uditiva altri importanti appuntamenti della manifestazione, di seguito elencati:

Venerdì 16 ore 18 al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia (qui le informazioni sull’accessibilità) in via San Vittore 21, La Filosofia dell'astrofisica, lectio magistralis di Sibylle Anderl.
La giovane filosofa e astrofisica tedesca racconterà l’affascinante missione dell’astrofisico che, come uno Sherlock Holmes contemporaneo, da un indizio infinitesimale come lo spettro luminoso o il movimento delle stelle deduce di cosa sono fatti i pianeti e cosa c’è nella massa dei buchi neri.

Sabato 17 ore 10.30 al teatro Franco Parenti in via Pierlombardo 14,  La vita è i suoi libri: Massimo Recalcati apre lo scrigno dei suoi personali incontri di lettura, mostrandoci come leggere non sia erudizione ma un’occasione di incontrare la nostra stessa vita.

Sabato 17 ore 12.30 al Franco Parenti, La ricetta della fede: la voce inconfondibile di PIF in un racconto esilarante che costringe a riconsiderare i rapporti che ci legano gli uni agli altri, il nostro comportamento quotidiano e le parole solidarietà, uguaglianza, verità.

Sabato 17 ore 20.00  al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia (qui le informazioni sull’accessibilità) in via San Vittore 21, La sindrome dell’inconcludenza: l’attore Luigi Lo Cascio racconta la storia di Paride Bruno, che sogna di diventare scrittore ma soffre di un disturbo che gli impedisce di continuare ciò che ha appena cominciato, sempre distolto da mille distrazioni.

Chiude la settima edizione di BookCity l’ultimo evento accessibile grazie al servizio di sottotitolatura e interpretariato LIS: domenica 18 novembre ore 20.30 al Teatro Franco Parenti, Tutto cambia, ma italiani si rimane: un viaggio ironico e sentimentale nel giornalismo con Beppe Severgnini, dalla scuola di Montanelli al Corriere della Sera, dal primo articolo per La Provincia di Cremona al New York Times, dai libri alla televisione, da twitter al teatro. Un viaggio nel cambiamento personale, professionale, nazionale. Perché, qualunque cosa facciamo, non c’è dubbio: italiani si rimane.

Alcuni eventi della manifestazione affrontano direttamente il tema della disabilità; riportiamo a seguire i più significativi:

Venerdì 16 ore 15.00 presso Il Vagone a Cascina Biblioteca, in via Casoria 50, Non mi dire cosa fare: protagonisti dicei giovani adulti con disabilità intellettiva che chiedono di essere protagonisti della propria vita. Come si fa a non perdersi? Come si fa ad essere felici? Come si fa a voler fare tutto? Come si fa a non dimenticarsi le cose, ad avere sempre energia, a non avere l'ansia, a fare l'amore? Queste e molte altre domande e le imprevedibili risposte raccolte in un piccolo gioiello letterario illustrato. Gli autori leggeranno alcuni estratti al pubblico e risponderanno a nuove domande.

Sabato 17 ore 14.30 all’Istituto dei Ciechi in via Vivaio 7, Nessuno escluso. Il lungo viaggio dell'inclusione nella scuola italiana: Marco Bussetti, Pierpaolo Rivoltella, Fausto Benedetti, Francesca Caprino, Pamela Giorgi e Pierpaolo Infante si confronteranno sul tema del cammino per l’inserimento degli alunni con disabilità a scuola nel nostro Paese, promosso dalla legge 517 del 1977 e che, a 40 anni dalla sua emanazione, rimane il caposaldo dell’attuale modello di inclusione scolastica.

Sabato 17 ore 17 presso la Fondazione Piero Portaluppi in via Morozzo della Rocca 5, Leggere, scrivere, partecipare. Tutti insieme. L’evento è dedicato agli Inbook, ovvero libri di narrativa tradotti in simboli e rivolti a persone con disabilità cognitiva. L’incontro propone le esperienze di editori che hanno pubblicato inbook, di biblioteche che ne hanno stimolato la diffusione ed esperienze di persone adulte con disabilità.

Ancora all’Istituto dei Ciechi domenica 18 ore 14.30 in via Vivaio 7, Poetry and the City | Poesie al buio. Coordinati da Giuseppina Manin e Cristina Battocletti, i poeti Cucchi, De Angelis, Fiori, Ghiotti, Lamarque, Lingiardi, Loi, Majorino, Neri, Rossi, Valduga leggono una loro poesia e dieci ospiti dell’Istituto dei Ciechi leggono una poesia in braille. Accesso previa prenotazione a prenotapoetry@gmail.com

Sul programma della manifestazione, accanto ad ogni location, l'Organizzazione indica la possibilità di accesso a persone con disabilità, se presente.

Inoltre, in questa sezione del sito Milanopertutti.it è possibile verificare se le location di proprio interesse sono state censite e – nel caso – consultare la scheda con le informazioni di dettaglio sull’accessibilità.